Foligno, la C4 sogna un nuovo campo in sintetico negli impianti di Sportella Marini

Presentato un progetto nell’ambito del bando “Sport e periferie 2020” della Presidenza del consiglio dei ministri. Previsto anche l’efficientamento energetico degli spogliatoi

I futuri impianti sportivi di Sportella Marini

Trasformazione del campo dalla terra battuta al sintetico ed efficientamento energetico degli spogliatoi. Sono i due interventi che la Polisportiva C4 Asd spera di poter portare a casa grazie al bando “Sport e periferie 2020” promosso dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del consiglio dei ministri. Bando scaduto il 30 ottobre scorso e i cui risultati si dovrebbero conoscere non prima di qualche mese. L’auspicio della società sportiva dilettantistica, guidata dal presidente Paolo Zoppi, è quello di riuscire ad aggiudicarsi il contributo richiesto di 550mila euro, a cui si andranno ad aggiungere altri 100mila euro stanziati dalla stessa polisportiva.

Il progetto ha, infatti, un costo complessivo di 650mila euro. Di questi, 362mila sono destinati alla conversione del campo in erba artificiale di ultima generazione, che potrà ospitare i campionati della Figc-Lnd fino alla Prima Categoria. Un campo in cui è previsto anche l’inserimento di un sottotappeto per limitare al minimo gli shock degli atleti. Per quanto riguarda, invece, l’efficientamento energetico degli spogliatoi, l’intervento prevede lavori per circa 115mila euro con l’installazione di un impianto fotovoltaico ed uno solare termico, con la sostituzione della caldaia esistente con una a condensazione e degli infissi.

Intanto, negli scorsi giorni dalla giunta folignate è arrivato l’ok al progetto esecutivo e l’autorizzazione a procedere con i lavori “che - come spiegato dall’assessore ai lavori pubblici, Riccardo Meloni - saranno subordinati al finanziamento del bando”. “Siamo orgogliosi di essere riusciti a partecipare - ha quindi sottolineato Riccardo Meloni - e siamo convinti della bontà dell’operazione e del progetto. Sono nuove opportunità per la città, per i giovani e per una società in continua ascesa e ringrazio gli uffici del Comune che si sono impegnati per questo progetto”.

“È una sfida difficile - ha commentato il consigliere della Polisportiva C4 Asd, Stefano Cesarini - ma ci abbiamo provato. Il nostro è un percorso partito nel 2017, con l’avvento della dirigenza del presidente Zoppi - ha proseguito -. A seguito del quale abbiamo deciso di realizzare uno studio di fattibilità per la riqualificazione degli impianti sportivi, che abbiamo sottoposto prima alla precedente amministrazione comunale e successivamente a quella attuale. Riqualificazione che è già passata per i lavori di recinzione volti a delimitare l’area dell’impianto sportivo e che, speriamo, possa proseguire con la trasformazione del campo in sintetico e con l’efficientamento energetico degli spogliatoi”.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento