Gli aquilonisti di tutta Europa si ritrovano a Foligno per “One Sky, One World”

Giunta alla sua 31esima edizione, la manifestazione vedrà la presenza di oltre 40 gruppi. Protagonisti i bambini cui saranno dedicati laboratori e attività di volo libero

Aquiloni

Una tradizione che si rinnova da ormai ben 31 anni. È quella che nel mese di ottobre vede volare sui cieli di Foligno centinaia di aquiloni e che risponde al nome di “One Sky, One World”. Scongiurato il rischio di dover dire addio alla manifestazione alla soglia dei suoi trent’anni, quando lo scorso anno erano state chieste garanzie impossibili da assicurare per gli organizzatori per l’utilizzo dell’aeroporto, si può dire che l’evento abbia definitivamente trovato una nuova cosa.

Per il secondo anno consecutivo, infatti, ad ospitare la manifestazione promossa dal gruppo aquilonisti di Foligno “I Millepiedi”, con a capo Giovanni Angelini, sarà il ciclodromo di Corvia. Sarà lì che da venerdì 11 a domenica 13 ottobre si terrà il 31esimo Festival internazionale di aquiloni dal titolo, appunto, “One Sky, One World”, che ogni anno richiama nella città della Quintana più di 40 gruppi provenienti da tutta Italia ma anche dall’estero, con un occhio di riguardo al resto d’Europa. Protagonisti indiscussi saranno, come sempre, i bambini.

A loro è infatti dedicato l’evento che, nelle giornate di venerdì 11 e sabato 12 ottobre, prevede nelle ore mattutine attività pensate per le scuole. In particolare, dopo aver raggiunto il ciclodromo, gli alunni delle scuole del centro storico parteciperanno a laboratori e volo libero insieme agli aquilonisti presenti. Gli aquiloni realizzati dai bambini, verranno così fatti volare insieme a quelli tecnici portati da esperti italiani e stranieri.

Domenica 13 ottobre, invece, il pubblico presente potrà assistere alla presentazione e descrizione di alcuni particolari aquiloni. Ad accompagnare l’ultimo giorno di “One Sky, One World” sarà però anche il volo libero, che vedrà alzarsi in cielo tutti i tipi di aquiloni presenti alla manifestazione. 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento