Coronavirus, altri 10 decessi in 24 ore: l’Umbria sfiora le mille vittime

Novantasette i contagi tra domenica e lunedì su tutto il territorio regionale: è ancora Foligno la città con il più alto numero di casi. Sale di cinque unità il dato dei ricoveri

Il reparto Covid-19 del "Santa Maria della Misericordia" di Perugia

L’Umbria sfiora le mille vittime. La dashboard della regione aggiornata alla mattinata di lunedì 22 febbraio parla infatti di 993 decessi di persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Le ultime dieci proprio tra le giornate di domenica e lunedì, con Perugia che fa registrare altre 3 morti, una in più a Bettona, Città della Pieve, Città di Castello, Gubbio, San Giustino, Terni e Todi.

Come ogni lunedì, invece, si riduce la quota di nuovi positivi in virtù di un minor numero di tamponi molecolari processati: il dato è di 97 nuovi casi di Covid-19 a fronte di soli 683 prelievi analizzati (in tutto 672.499). Gli antigenici effettuati sono stati, invece, 612 (in totale 102.982) Il tasso di positività si attesta così al 14,20 per cento, in linea con quello dello scorso lunedì.

Andando a vedere la situazione nei singoli comuni, è ancora una volta Foligno a detenere il più alto numero di contagi nelle 24 ore. Tra domenica e lunedì se ne contano altri venti, che portano la quota ad oltre i mille attualmente positivi, nello specifico 1.002. Di questi, sono 943 i folignati in isolamento, 59 invece quelli ricoverati. Sedici i cittadini in terapia intensiva e sei in più i guariti nelle 24 ore. Rimanendo sempre nella Valle Umbra Sud, seguono Spoleto con 13 casi in più e Spello con 7. Tre i nuovi contagi a Trevi, due a Giano dell’Umbria e uno a Bevagna e Nocera Umbra. Per quanto riguarda Perugia e Terni se ne contano solo tre in più per ciascuno dei due capoluoghi.

Di casi Covid in tutta Umbria se ne contano quindi, al momento, 8.474, ossia 74 in meno del bollettino precedente. Parallelamente si contano 161 guariti in più (in tutto 33.622) e 43.089 contagi da inizio pandemia. Il numero delle guarigioni, dunque, supera quello dei nuovi casi. Altri cinque i ricoveri tra domenica e lunedì per un totale di 556 pazienti: 152 all’ospedale di Perugia, 116 a Terni, 66 a Spoleto 57 a Città di Castello, 56 a Pantalla, 55 a Foligno, 21 a Branca, 17 all’ospedale da campo dell’Esercito di Perugia e due a Trevi. Due in meno, invece, le persone in terapia intensiva. Al momento sono 81. Di queste, 25 a Perugia e Terni, 14 a Spoleto, 11 a Foligno e 6 a Città di Castello. In isolamento 168 soggetti in meno nelle 24 ore, per un totale di 11.424. Stabile alle 8 di lunedì mattina, invece, il dato sulle vaccinazioni.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento