Coronavirus, boom di ricoveri in Umbria: 37 in 24 ore

Tra lunedì e martedì individuati 275 nuovi contagi: tasso di positività al 5,89 per cento. Cinque i decessi e più di 17mila i vaccini somministrati

Il reparto Covid dell'ospedale di Perugia

Boom di ricoveri in Umbria legati al Covid-19. Tra lunedì 25 e martedì 26 gennaio i pazienti positivi al Coronavirus sono stati ben 37 in più. Il dato complessivo è di 384 posti letto ordinari occupati. Di questi, 85 all’ospedale di Terni, 92 in quello di Perugia, 56 a Spoleto, 40 a Pantalla, 38 a Città di castello, 32 a Foligno, 10 nella struttura da campo dell’Esercito allestita fuori dal Santa Maria della Misericordia e 3 a Branca. Tre i pazienti in più in terapia intensiva. In tutto 50, di cui 18 a Terni, 13 a Perugia, 8 a Foligno, 6 a Città di Castello e 4 a Spoleto. Cinque, invece, i decessi in 24 ore tra Assisi, Citerna, Magione, Passignano sul Trasimeno e Perugia. Nel complesso le vittime da inizio pandemia risultano 751.

Per quanto riguarda i contagi, tra lunedì e martedì ne sono stati riscontrati 275 su 4.667. Il tasso di positività si attesta, quindi, al 5,89 per cento. Ottantacinque i nuovi casi a Perugia, 6 a Terni. A Foligno altri nove contagi per un totale di 338 persone attualmente positive, di cui 312 in isolamento e 26 ricoverate. Sei i folignati in terapia intensiva, sette i guariti. Rimanendo nella Valle Umbra Sud sono ben 15 i casi in più di Covid per Giano dell’Umbria, altri due per Spoleto e uno per Bevagna, Nocera Umbra, Spello e Trevi.

In tutto il Cuore verde d’Italia si contano 5.169 persone positive al virus, ossia 137 in più del precedente report. I guariti in 24 ore sono stati invece 133 (in tutto 28.490) e 34.410 i casi da inizio pandemia. Ottantatré le persone in più sottoposte ad isolamento per un totale di 6.837, mentre sono usciti dall’isolamento 295 soggetti (in totale 118.946). I tamponi processati dall’inizio dell’emergenza sanitaria risultano 575.822. Oltre quota 17mila, infine, i vaccini somministrati: nel dettaglio 17.211, pari cioè al 76,4 per cento delle dosi consegnate.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento