Coronavirus, in Umbria scendono ancora i ricoveri

Altri tre pazienti in meno in 24 ore, mentre restano due le persone in intensiva. In costante calo anche gli attualmente positivi mentre i nuovi contagi sono stati 18

L'autista di un'ambulanza

Scendono ancora i ricoveri ordinari nell'Umbria del Covid: da 46 pazienti si è infatti passati a 43. È questo il dato riportato nella dashboard regionale aggiornata alla mattinata di lunedì 27 settembre. Sono 25 i soggetti positivi al Coronavirus al Santa Maria di Terni, 18 quelli presenti al Santa Maria della Misericordia di Perugia. Resta stabile a due, invece, il numero delle persone contagiate per le quali si è reso necessario il ricovero in terapia intensiva. Nessuna variazione neppure sul fronte decessi, con le vittime che restano 1.448 dall’inizio della pandemia.

In costante diminuzione, invece, il numero degli attualmente positivi: se ne contano complessivamente 959, ossia 32 in meno del report precedente. I nuovi casi Covid riscontrati in tutta Umbria sono stati 18 ma a fronte di soli 614 tamponi molecolari processati (1.125.084). Il tasso di positività risulta, dunque, del 2,93%. Dieci i positivi in più a Terni, due a Foligno e Spoleto ed uno a Gubbio, Monte Castello di Vibio e Perugia. Un altro contagio anche di fuori regione. Tornando a Foligno due anche i guariti. Nella città della Quintana sono, quindi, 77 le persone attualmente alle prese con il Covid-19, di cui 74 in isolamento e tre ricoverate.

Guardando agli altri parametri valutati a livello regionale, in 24 ore registrate altre 50 guarigioni (61.266), mentre sono 916 i cittadini in isolamento, 29 in meno dell’ultimo report. I casi complessivi, invece, hanno raggiunto quota 63.673. Per quanto riguarda gli antigienici, rispetto al precedente bollettino sono aumentati di 1.251 unità per un totale di 791.266. Infine, la campagna vaccinale con 1.259.092 dosi somministrate complessivamente, ossia il 90,88% di quelle consegnate all’Umbria. Sono 669.624 gli umbri che hanno già fatto la prima dose, 611.537 quelli a cui è stata somministrata anche la seconda.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento