Coronavirus, tra venerdì e sabato 35 nuovi casi: più di 2mila i tamponi processati

Perugia il Comune con il dato più alto: 17 contagi in 24 ore. Venti le persone guarite nell’ultima giornata, mentre si registrano due nuovi ricoveri

Reparti ospedalieri (foto Vissani)

Altri 35 casi di Coronavirus su 2.078 tamponi processati per l’Umbria, che vede così allungarsi la lista di persone alle prese con il Covid-19. A riportarlo la dashboard elaborata dalla Regione Umbria, aggiornata alle 10.38 di sabato 26 settembre. Il numero più alto di contagi lo fa registrare Perugia con 17 casi. Segue Assisi con 7 e Sigillo con tre. Tre anche i positivi di fuori regione, mentre un solo contagio in più si conta a Gualdo Tadino, Narni, san Gemini e Terni. In totale 2.353 casi su tutto il territorio regionale dal 28 febbraio scorso, mentre il dato di attualmente positivi è di 505 persone. Di fatto, 15 in più rispetto al precedente report.

Venti, quindi, i guariti per l’Umbria nell’ultima giornata: quattro a Perugia e Terni, due di fuori regione ed altrettanti ad Umbertide. Una sola guarigione in più, invece, nei comuni di Foligno, Avigliano Umbro, Cannara, Deruta, Fabro, Gubbio, Passignano sul Trasimeno e San Venanzo. In tutto, 1.763 guariti da inizio emergenza. Sempre 85 i decessi, mentre si contano due nuovi ricoveri per un totale di 37 pazienti: 19 a Perugia e 18 a Terni. Invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, ossia tre. Di questi, uno a Perugia e due a Terni. In isolamento 27 persone in più in 24 ore per un totale di 2.190. Infine i tamponi. Con i 2.078 processati nell’ultima giornata, il dato complessivo è di 198.085.

Logo rgu.jpg

di Maria Tripepi

Aggiungi un commento