Foligno, minaccia di morte la fidanzata con la carabina: arrestato

A finire dei guai un ventiseienne, che imbracciava un arma risultata poi rubata. Il ragazzo si era presentato sotto l'abitazione dove la compagna è ospitata

La carabina sequestrata dalla polizia

Sotto casa con la carabina per minacciare di morte la fidanzata. E' il folle gesto compiuto da un ventiseienne italiano, che negli scorsi giorni è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Foligno. Il ragazzo, già noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti come reati contro il patrimonio e spaccio di sostanze stupefacenti, si è reso protagonista di nuovi crimini. Qualche giorno fa, intorno alla mezzanotte, il ventiseinne ha iniziato a minacciare di morte la fidanzata. La ragazza era ospite a casa di un'amica. Il giovane, arrivato sotto l'abitazione, non è stato fatto entrare. E' in quel momento che ha quindi imbracciato la carabina – poi risultata rubata –, puntandola contro la ragazza che nel frattempo si era affacciata dalla finestra. In quell'istante è scattata la chiamata al 113, con il 26enne che è quindi scappato gettando il fucile leggero sotto la siepe. Gli agenti di polizia guidati dal vicequestore Bruno Antonini sono però riusciti a recuperare sia l'arma che a rintracciare il ragazzo per poi arrestarlo. Il 26enne è finito in carcere su ordinanza del gip del Tribunale di Spoleto. I reati contestati sono detenzione e porto abusivo di armi, minaccia grave aggravata e ricettazione. La misura cautelare in carcere è stata chiesta ed ottenuta dal pm di turno, la dottoressa Patrizia Mattei. Il 26enne ora si trova nel carcere di Spoleto.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento