Il Festival del cinema di Spello pensa all’estate per la chiusura dell’edizione 2020

Le ultime quattro giornate sono in agenda dal 20 al 23 agosto, al vaglio una formula mista tra online ed eventi live. Intanto l’associazione “Aurora” va avanti con interviste sui social

Donatella Cocchini e Moreno Landrini (foto d'archivio Vissani)

L’emergenza Covid-19 impone un nuovo rinvio della chiusura della decima edizione del “Festival del Cinema città di Spello ed i borghi umbri - Le professioni del cinema”. Nonostante, infatti, si sia entrati nella “Fase 2”, il divieto di assembramenti ha spinto la presidente Donatella Cocchini e il consiglio direttivo dell’associazione “Aurora”, promotori della manifestazione, a far slittare le ultime quattro giornate inizialmente previste per fine maggio. Salvo imprevisti l’evento si terrà, quindi, da giovedì 20 a domenica 23 agosto.

“La situazione che stiamo vivendo - ha commentato a questo proposito la presidente Cocchini - ha reso necessario un cambio di programma e se le condizioni ce lo permetteranno il penultimo weekend di agosto sarà quello giusto per tornare a parlare di cinema con i professionisti del dietro le quinte. Cosa che stiamo comunque facendo in queste settimane attraverso delle dirette sui social network con attori e maestranze”.

Al vaglio degli organizzatori, nel frattempo, una formula mista per la chiusura dell’edizione 2020, che prevede cioè l’integrazione di attività e proiezioni online con altre dal vivo. Al momento però, come detto, è tutto in fase di valutazione all’interno del consiglio direttivo del Festival spellano presieduto da Donatella Cocchini e diretto da Fabrizio Cattani.

“Quello che è certo - ha sottolineato la presidente - è che il Festival avrà una sua chiusura entro la fine del 2020”. Intanto, però, l’associazione “Aurora” guarda anche al futuro. “Abbiamo già fissato le date del 2021, anno del decennale - ha concluso Donatella Cocchini -. Il prossimo anno il Festival si terrà dal 5 al 14 marzo”.  

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento