“Luoghi del cuore Fai”, presentata la candidatura della Fascia olivata

“Il Sentiero degli Ulivi” concorrerà nella speciale competizione del Fondo ambiente italiano, che punta alla valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale e naturale italiano

La presentazione della candidatura della "Fascia Olivata"

È stata presentata a Foligno la candidatura de “Il Sentiero degli Ulivi – La fascia olivata Assisi-Spoleto” nell’ambito della campagna nazionale del Fai “I luoghi del cuore” 2022. Sono intervenuti, tra gli altri, gli amministratori delle città interessate (Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Campello sul Clitunno, Spello), i rappresentanti delle società di categoria e delle associazioni culturali, produttori olivicoli e imprenditori. Il Fai era rappresentato da Maurizio Tozzi della delegazione Foligno-Spoleto. Nel corso dell’incontro è stato ricordato che il progetto “I Luoghi del Cuore” è il più importante a livello italiano per la sensibilizzazione sul valore del patrimonio, grazie al quale tutti i cittadini possono segnalare al Fai, attraverso un censimento biennale, i luoghi da non dimenticare.

È stato evidenziato come questa opportunità rivesta importanza strategica per la promozione del territorio, in particolare per quella parte di esso connotata da pregio paesaggistico e naturistico, inserita nel contesto ambientale “olivato” riconosciuto già paesaggio rurale e storico dal Mipaf, nonché sito Giahs dalla Fao. Inoltre, è stato chiesto – da parte degli enti locali portatori degli interessi dell’area – ai vari soggetti di sostenere la candidatura in argomento, mediante il sistema di voto disciplinato nel regolamento stesso del progetto.

La partecipazione al censimento è gratuita e aperta a tutti. I singoli soggetti possono riunirsi in Comitati spontanei e promuovere il proprio luogo del Cuore attraverso i materiali di voto personalizzati e scaricabili dal sito. Si può votare tramite il sito web, collegandosi al link https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/cerca-un-luogo?search=fascia%20olivata oppure sottoscrivendo il modulo cartaceo. Si possono votare più luoghi, ma per ognuno si può esprimere solo un voto.

Nel corso dell’incontro di presentazione ufficiale della candidatura, è stato posto l’accento sul fatto che l’Umbria “è il cuore verde d’Italia e il paesaggio olivato rappresenta grandissima parte di questo cuore verde che è una delle principali aree olivicole della Regione Umbria facendo sicuramente da cornice al ricco patrimonio storico e artistico da preservare e promuovere al meglio. Il paesaggio della fascia olivata che si estende per 40 chilometri rappresenta un vero e proprio unicum che caratterizza questo territorio a livello mondiale. 

Le amministrazioni che sostengono il progetto, con il supporto della Regione Umbria e dei parlamentari umbri vogliono puntare verso un ambizioso traguardo ossia il riconoscimento Unesco – è stato sottolineato – che potrebbe così sancire e suggellare il meraviglioso rapporto tra uomo e natura che nei secoli ha creato questo spettacolo, un paesaggio che simboleggia ed ispira innanzitutto salute, benessere e tranquillità e dove l’olio di oliva ne è il frutto prezioso che nel mondo simboleggia la Italia e l’Umbria. Questo lavoro di promozione è iniziato oggi e proseguirà con la raccolta di firme per la candidatura”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento