“Centro storico”, le proposte dell’opposizione per la nuova sede

Con un’apposita mozione i gruppi consiliari di centrosinistra intervengono sulla vicenda chiedendo spazi adeguati o un eventuale contributo per il pagamento di un affitto 

La manifestazione del centro sociale "Centro storico"

Si allarga il dibattito a Foligno sulle sorti della sede del centro sociale “Centro storico” presieduto da Piero Mercuri che, insieme al suo vice e a numerosi soci, lo scorso sabato è sceso in piazza per sensibilizzare l’amministrazione comunale, raccogliendo la solidarietà di Impegno civile e del Pd cittadino. E così, dopo l’intervento nella giornata di giovedì dello stesso sindaco Zuccarini, che ha manifestato la propria disponibilità al dialogo, ora è la volta dei gruppi consiliari del centrosinistra, firmatari di un’apposita mozione. Un documento con il quale Partito democratico, Foligno 2030 e PattoXFoligno ribadiscono, in primis, la necessità di “mettere a disposizione dei membri del centro una sede alternativa, per svolgere riunioni e incontri ed uno spazio più ampio, dove svolgere in modo adeguato attività motoria e ricreativa”, ma non solo. Dall’opposizione di centrosinistra viene, infatti, avanzata anche un’altra ipotesi nel caso in cui il Comune non riesca a reperire, tra le proprie disponibilità, spazi adeguati. E cioè, “ad erogare un congruo contributo al centro sociale che permetta di affittare, al bisogno, un luogo corrispondente alle necessità”. Questo, dunque, l’impegno chiesto all’amministrazione guidata da Zuccarini, “tenuto conto - sottolineano dalla minoranza - che la percentuale di anziani, nella società attuale, è aumentata di molto e  particolarmente nella nostra regione” e che “molti di questi anziani vivono soli, essendo ormai venuta meno la famiglia allargata”. 

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento