Dopo mille giorni una partita di serie D: un siluro di Peluso regala il successo al Foligno

Una grande giocata del capitano biancazzurro permette ai ragazzi di Armillei di sconfiggere il San Donato Tavarnelle. Il tecnico gongola: “Bravi a stringere i denti”

La gara tra il Foligno e il San Donato Tavarnelle

Dopo 959 giorni dall’ultima gara (il ko di L’Aquila per 11-0…), il Foligno ritrova la Serie D. E lo fa nel migliore dei modi, vincendo una partita ostica e complicata con il San Donato Tavarnelle nel finale grazie a un eurogol di Peluso. Falchetti che nel primo tempo si fanno preferire agli avversari, subendo poi il prepotente ritorno toscano nella ripresa. Quando sembrava tutto indirizzato verso lo 0-0, che poteva andare bene gli uomini di Armillei per come si era messa, ecco la magia di Peluso che regala il primo successo ai biancazzurri.

LA SFIDA - Match molto combattuto quello del “Blasone”. Foligno che fa la sua partita, manovrando bene, ma non velocemente al punto giusto. Roccioso e tosto il San Donato Tavarnelle, messo bene in campo e autore di un buon pressing. Primo tempo abbastanza equilibrato, ma con il Foligno che ha le occasioni migliori, in particolare quando riesce a trovare la profondità. All’ 11’ lancio filtrante di Peluso che trova lo scatto bruciante di Arras, che si aggiusta il pallone sul destro ma l’uscita di Cucchiararo è tempestiva e evita il gol. Risposta dei toscani al 15’: cross di Di Mascio dalla sinistra, in mezzo ottima scelta di tempo di Kernezo per il colpo di testa che però finisce sul fondo. I biancazzurri, spingono maggiormente: al 17’ una ghiotta punizione dai 16 metri non è sfruttata da Peluso, che conclude alto; al 28’ invece bellissimo scambio sul lato corto dell’area tra Peluso e Giabbecucci, che penetra in area e mette al centro dove Arras non impatta bene a botta sicura. Il San Donato Tavarnelle è battagliero e comunque non rinunciatario: lo dimostra al 37’ l’azione personale di Di Santo, che dalla sinistra si avvicina alla porta, supera Pinsaglia con una finta e indirizza il destro a giro basso, ma Roani è reattivo. L’assalto finale dei padroni di casa non porta frutti, se non un calcio piazzato di Gorini nel recupero facile preda di Cucchiararo.

Inizia la ripresa e dopo una manciata di secondi è il San Donato a farsi vivo: Di Santo parte in progressione indisturbato e indirizza il tiro, ma Roani ci mette una pezza e tocca in angolo. Nel secondo round sono decisamente i gialloblu di Venturi ad apparire maggiormente propositivi e più in palla. Foligno che non riesce più a salire e rendersi pericoloso. Al 21’ Di Santo pennella una punizione al centro, in mischia il neo-entrato Masini colpisce ma non come vorrebbe; al 29’ invece batti e ribatti in area con il solito Di Santo che non si dà per vinto e la sfera arriva a Di Mascio che conclude altissimo da ottima posizione. Foligno calato rispetto al primo tempo, ma comunque sempre generoso. I Falchi gettano il cuore oltre l’ostacolo e al 41’ passano: Peluso si va a riprendere un pallone ai 25-30 metri e scaglia una saetta all’incrocio dove Nannelli non può arrivare. Un grandissimo gol. Reazione immediata del San Donato: Zuppardo incorna su cross di Kernezo, ma la palla è alta. Nel recupero la gestione biancazzurra è ottimale e il Foligno incamera i primi tre punti della stagione.

Queste le dichiarazioni del tecnico del Foligno Antonio Armillei al termine del match: “Grande vittoria contro una grande squadra. Nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa in più noi sia nel gioco che nelle occasioni; nel secondo abbiamo sofferto per 20’ buoni, rischiando di passare in svantaggio. Non riuscivamo più ad uscire da dietro giocando. Siamo stati bravi a stringere i denti: sono gara che si risolvono sugli episodi e l’episodio è capitato a noi. Le vittorie danno sempre delle certezze: questo è un successo importante anche per la piazza”.

FOLIGNO – SAN DONATO TAVARNELLE 1-0

FOLIGNO (4-3-1-2): Roani; Pinsaglia (46’ st Colarieti), Schiaroli, Tulhao, Giannò; Pettinelli (24’ st Settimi), Gorini, Fondi; Giabbecucci (31’ st Kuqi); Arras, Peluso.
A disp.: Miccio, Petterini, Materazzi, Pagliarini, Fiki, Piancatelli. All.: Armileli.
SAN DONATO TAVARNELLE (4-3-3): Cucchiararo (30’ st Nannelli); Ciurli (31’ st Nassi), Salvadori, Zambarda, Di Mascio; Zagaglioni (19’ st Masini), Tetteh (39’ st Calonaci), Gemignani; Kernezo, Giordani (27’ st Zuppardo), Di Santo.
A disp.: Bruni, Brenna, Montini, Pino, All.: Venturi.
ARBITRO: Delli Carpini di Isernia (assistenti: De Angeli di Campobasso – Mainelli di Lanciano).
MARCATORI: 41’ st Peluso (F).
NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti: Cucchiararo (SDT), Salvadori (SDT), Di Santo (SDT), Pinsaglia (F), Zambarda (SDT), Gemignani (SDT). Angoli: 3-7. Recupero: 1’ pt e 5’ st.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento