Serie D, i Falchetti rimangono ancora a casa. Campionato fino a giugno inoltrato?

Prima degli ultimi decreti del Governo il Foligno pensava ad una ripresa degli allenamenti già da questa settimana, ma l'ipotesi non è più stata presa in considerazione

Primo allenamento della nuova stagione per i Falchetti

Il Foligno resta fermo e aspetta. In un primo momento la società biancazzurra aveva ipotizzato di riprendere gli allenamenti all’inizio di questa settimana. Data che non è stata nemmeno presa in considerazione. Non è servito neppure l’incontro tra staff tecnico e dirigenza per stabilire un ulteriore prolungamento dello stop. Dopo le ultime direttive governative per fronteggiare l’emergenza coronavirus, solo pensare di allenarsi è impossibile. Le strutture di Corvia e del “Blasone” restano chiuse. I giocatori sono tutti a casa e prima di tornare in gruppo saranno sottoposti a controlli medici.

Sul quando si potrà ripartire l’incognita resta enorme. Dalle ultime indicazioni arrivate dalla Federazione traspare l’intenzione di portare a termine i campionati. Allo stesso tempo però la data del 5 aprile come ripresa della serie D appare poco realistica. Perché significherebbe riprendere gli allenamenti intorno al 24 marzo. Una soluzione che al momento sembra proprio non percorribile. Addirittura, ma sono solo ipotesi, si parla di una possibile ripartenza della stagione il 3 maggio, per poi proseguire fino a giugno inoltrato. Al momento si tratta solo di supposizioni, senza nessuna ufficialità. Al Foligno, come a tutte le altre squadre, non resta che attendere senza riprendere l’attività.

Logo rgu.jpg

di Simone Lini

Aggiungi un commento